17 nov 2020

PETRA by night: La Magia da Mille e una Notte


Ho appena letto un blog post su Petra by Night che secondo me non rispecchia assolutamente la verità, ma ad ognuno il suo personale giudizio, così ho deciso di scrivere la mia su questa esperienza da mille e una notte, per ricordare un bel momento a chi ci è già stato o far sognare chi ancora deve visitare questo luogo magico.

Partiamo innanzitutto dal fatto che il nostro viaggio (organizzato come tutti da noi senza nessun tipo di tour operator) non prevedeva l'ingresso a Petra di sera, non ricordo il perché non l'avessimo messo in programma, forse nelle due sere in cui avevamo pernottato a Petra non era in programmazione l'evento e poi alla fine le nostre serate a Petra sono state abbastanza movimentate già di per se, ma questo sarà uno dei prossimi racconti.

Infatti non tutte le sere si può assistere a Petra by Night, ma se vi ho convinto e volete organizzarlo dovete ricordarvi che l'evento si svolge solo il lunedì, il mercoledì e il giovedì e l'ingresso costa 17 JOD (circa 20€)


Lasciando Petra quindi senza aver visto quello spettacolo, abbiamo proseguito prima verso il Wadi Rhum e poi verso il Mar Rosso ma ci siamo rese conto che non potevamo andare a casa senza aver visto Petra di notte, così dopo aver riprenotato un'altra notte all'Esperanza Petra (posto dove ci trovavamo proprio a casa, una sera l'abbiamo passata seduti con le sedie in strada col proprietario a imparare la lingua e a salutare ogni passante) abbiamo annullato la prenotazione nell'hotel in cui invece avevamo programmato di andare e così la mattina senza rimpianti ripartiamo dall'afosissima Aqaba, qualche sosta durante il percorso e nel pomeriggio approdiamo di nuovo a Petra.

Quel posto ci è entrato nel cuore sia per il fascino del posto sia per le avventure che ci sono capitate durante i vari soggiorni.

Dopo il ri-benvenuto del nostro amico proprietario con una tazza di the fumante alla menta, contentissimo di vederci di nuovo per il suo evento preferito ci dirigiamo nel pomeriggio verso Little Petra. 

Little Petra come dice il nome stesso è una piccola Petra, come Petra stessa è un sito nabateo con edifici scolpiti nella roccia tra un canyon di 450 metri. Molto meno suggestivo di Petra ovviamente è comunque un luogo carino e sicuramente meno affollato, noi abbiamo incontrato solo due ragazzi oltre ovviamente i mercanti che vivono/lavorano li accampati sotto i loro tappeti. Uscite da Little Petra e dirigendoci alla macchina, si avvicinano due ragazzini che ci indicano la ruota della macchina. La ruota era a terra. Panico. Io ero già in preda all'ansia perché ovviamente non so cambiare una ruota e attorno a noi c'erano solo questi due ragazzini, che però si sono offerti di cambiarci la ruota con quella di scorta. Un po' sgomente ci siamo fidate e due ragazzini ci hanno cambiato la ruota senza chiederci soldi e senza derubarci (si perché la paura era anche quella) ritornate così in hotel abbiamo svegliato il proprietario dell'hotel dal suo pisolino pomeridiano e sono andata insieme a lui da un meccanico del posto, che mi ha detto che la ruota non era buca ma solo sgonfia, così ci sono venuti i dubbi sul fatto che qualcuno l'avesse fatto per redubarci o per chiederci soldi, ma ci sembra strano che siano strati i due ragazzini perché davvero non ci hanno chiesto nulla in cambio. Sarà uno dei misteri del viaggio.

Così dopo la tappa dal meccanico (si mi mancava andare da un meccanico a Petra!) il proprietario dell'hotel mi ha fatto accostare per andare a comprare gli ingressi per la tanto attesa serata per cui eravamo tornate li: Petra by Night.


Ritorniamo all'Esperanza Petra, per una doccia (tra il caldo e la sudata della gomma a terra!) e per abbigliarci da sera per la Petra Fashion Street. Scendiamo nella hall dove ci aspetta il nostro cavaliere con un cartone di succo di frutta in mano, che si rivelò in realtà un cartone pieno di vodka. La furbizia!


La vicinanza a Petra all'hotel è davvero vicina infatti si raggiunge in 5 minuti a piedi, ci incamminiamo e arriviamo all'ingresso dove troviamo già qualcuno ad aspettare.  Ra'Ed (il nostro amico proprietario dell'hotel) si avvicina all'ingresso e bisbiglia qualcosa, si gira ed inizia a dire alle poche persone in coda che il ritrovo per la Petra by Night Experience è all'ingresso e ci dice di incamminarci anche noi lentamente, ma mentre gli altri andavano avanti sentiamo, GO GO GO, torniamo indietro di corsa ed entriamo con le guardie che ci sorridevano. Insomma un complotto per farci entrare prima di tutti e da sole.

 Insomma un incontro molto fortunato, perché percorrere il siq solo noi, in silenzio, con solo la luce delle candele ad illuminare il percorso e Ra'Ed che ci offriva il suo juice ridendo è stato qualcosa di impagabile. Arrivare al tesoro buio e iniziare a sentire il vociferare delle persone che stavano per arrivare correndo tutte insieme in fila mi ha fatto capire che quella sera sono stata davvero fortunata.

Così ci siamo accomodati sui dei tappeti collocati ai piedi del tesoro, aspettando che si riempisse di gente e lo spettacolo iniziasse, canti, musica e danze beduine con una buona tazza di the.

Il tutto durerà circa 1 ora, un'ora e mezza e poi alla fine di tutto sul Tesoro vengono proiettate luci colorate, perché si fino alla fine il Tesoro è illuminato solo dalle luci delle candele.

Probabilmente è vero se non fosse stato per il nostro amico che ci avesse fatto entrare prima di tutti la serata non sarebbe stata così magica. E forse il blog post appena letto è stato scritto da persone che non hanno avuto questa occasione. Il trambusto avrebbe sicuramente rovinato l'atmosfera, cosa che è successa effettivamente quando la gente iniziava ad arrivare al tesoro. 



Tutto sommato una cosa da fare nella vita.


.Monica M.



Nessun commento:

Posta un commento